Con l’anno nuovo iniziamo subito con i passaggi e i cosmetici giusti per l’inverno. Soprattutto per chi va in montagna. Ve l’ho detto diverse volte attraverso i mie  canali Instagram e Facebook della importanza del cosmetico per ogni pelle, perché siamo tutte diverse.

La pelle d’inverno subisce un’aggressione vera e propria dagli agenti atmosferici.

Ventoaria freddaraggi UV amplificati dal riverbero della neve, sono gli artefici di una problematica comune a tutti: la pelle secca.

Ci si può difendere?

Certamente sì e vediamo come, puntualizzando brevemente perché si secca e come si presenta la pelle secca.

Perché la pelle si secca anche d’inverno?

Il freddo provoca vasocostrizione; l’organismo, cioè, trattiene il calore evitandone la dispersione all’esterno restringendo i vasi sanguigni.

Quest’azione conservativa e di auto protezione, tuttavia, provoca nella pelle il rallentamento della produzione di lipidi, cioè i grassi atti a trattenere l’acqua.

La conseguenza è quindi una dispersione di acqua.

Alla vasocostrizione vanno associati altri fenomeni quali: ventoesposizione prolungata ai raggi UV amplificati dal riverbero della neve, frequentazione di ambienti eccessivamente condizionati con un inadeguato tasso di umidificazione dell’aria, detersione  troppo frequentee con utilizzo di detergenti aggressivi che distruggono lo strato di grasso atto a trattenere l’acqua.

Altre cause associabili sono fattori patologici, uso prolungato di alcuni farmaci e l’invecchiamento.

L’invecchiamento causa una fisiologica secchezza della pelle perché l’epidermide si assottiglia, diminuisce la produzione di collagene e il film idrolipidico, ovvero la pellicola protettiva naturale della pelle, si impoverisce.

Se uniamo dunque le conseguenze dell’invecchiamento con l’aggressione degli agenti atmosferici è facile intuire che la pelle, se non adeguatamente curata e protetta, rischia gravi danni.

Come appare la pelle secca?

La pelle secca appare opacaruvida la tattodesquamata poco elastica; spesso compaiono rughe, macchie, eccessiva sensibilità e delicatezza.

Si può evitare alla pelle questo stress?

Si, con una personale beauty routine per tutto l’inverno, soprattutto in vacanza in montagna.

La beauty routine che vi propongo io:

Creo una beauty routine che rispetta le caratteristiche personali di ogni singola cliente, particolarmente studiata per chi passa molto tempo in montagna, sugli scii tutto il giorno.

Per pulire ma per idratare in profondità, consiglio di fare la pulizia viso illuminante, perché viene fatta con ultrasoni, non irrita la pelle ma stimola le cellule in profondità.

Ogni sera e ogni mattina è bene detergere la pelle accuratamente con latte e tonico alle vitamine.

Due volte settimana vi consiglio di  eseguire una maschera e, ogni sera, utilizzare una crema della nuovissima linea Luxe Dor, particolarmente studiata per le pelli mature, sensibili, disidratate. 

La linea Luxe Dor, in siero e crema, è stata creata proprio pensando alle pelli mature di chi va a sciare e subisce l’aggressione del vento, del freddo e dei raggi UV.

Siero e crema contengono particelle di oro 24k; questo riporta idratazione nel tessuto lavorando contestualmente sulle rughe, attenuandole. Molto indicato che io consiglio di fare nei nostri istituti trattamenti alle vitamine per riportare la pelle ad uno stato di idratazione immediata.

Il mio pensiero:

Non pensiate che sia una perdita di tempo; una beauty routine deve essere un rito giornaliero, una coccola, un gesto d’amore per la salute e il benessere della propria pelle.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *